L´abitazione di Mozart

Dove il genio musicale Mozart visse e lavorò

abitazione di Mozart abitazione di Mozart Nel 1773, quando Wolfgang Amadeus Mozart ebbe 17 anni, si trasferì insieme alla sua famiglia dalla casa natale nella Getreidegasse alla casa detta anche “casa del maestro di ballo” nella piazza Hannibalplatz (oggi Makartplatz), situata sul lato opposto del Salzach. Il grande appartamento offrì abbastanza spazio per fare musica ed incontrare amici. In questa casa, dal 1773 fino al 1780, Wolfgang Amadeus Mozart scrisse sinfonie, concerti per il pianoforte ed il violino, arie, divertimenti, serenate ed un concerto per il fagotto. Compose in questa casa “re pastore” K. 208 ed iniziò “La finta giardiniera” K. 196 così come “Idomeneo” K. 366.

abitazione di Mozart abitazione di Mozart La „casa del maestro di ballo“ venne citata per la prima volta nei documenti nel 1617 ed era costituita da due edifici fino al 1685. Dal 1711 in poi venne usata per impartire lezioni di ballo ai nobili – il che spiega anche il nome della casa. Un maestro di ballo non dava solo lezioni di danza, ma preparava anche i giovani aristocratici alla vita di corte. Il proprietario della “casa del maestro di ballo”, Franz Gottlieb Speckner, fu uno dei testimoni di nozze dei genitori di Wolfgang Amadeus Mozart nel 1747. Già nel 1765 la famiglia Mozart riflettè sull´opportunità di trasferirsi in una casa più grande, ma i continui viaggi rinviarono una decisione definitiva. Nel 1767 Franz Karl Gottlieb Speckner morì a 62 anni e lasciò la casa in eredità alla sua cugina Maria Anna Raab, che entrò nella letteratura mozartiana con il nome di "Tanzmeister-Mitzerl". La signora Raab smise di organizzare dei balli e incominciò ad affittare i locali a matrimoni ed altre celebrazioni.

Il padre Leopold visse in questa abitazione solo, dopo che Wolfgang Amadeus Mozart lasciò Salisburgo, sua sorella Nannerl si trasferì a St. Gilgen dopo le sue nozze e sua moglie morì nel 1778 a Parigi. Dopo la morte di Leopold nel 1787, la casa ebbe diversi proprietari.

Nel 1944 la casa fu distrutta da una bomba aerea. Sin dal 1955 la casa d´abitazione di Mozart è proprietà della Fondazione Internazionale del Mozarteum che, dopo numerose opere di ricostruzione delle parti distrutte, la aprì come museo nel 1966. L´esposizione illustra la vita del genio Mozart e della sua famiglia.


Scegli la lingua : Deutsch | English | Italiano | Mappa del sito | Colophon

Naviga qui: