Il duomo di Salisburgo

Un vero gioiello barocco

duomo di Salisburgo duomo di Salisburgo Costituisce il centro della città del festival: Il duomo di Salisburgo si trasforma ogni anno in un palcoscenico per la recita di „Jedermann“. Con la sua splendida facciata e l’imponente cupola, il duomo di Salisburgo è l’edificio sacro più grande della città e rappresenta anche l’edificio del primo barocco più impressionante a nord delle Alpi. Il duomo non funge soltanto per la recita di “Jedermann”, ma anche per vari altri eventi e tradizioni come per esempio per i canti d´avvento durante il periodo natalizio o per il famosissimo mercatino di Natale che emana un fascino particolare con il duomo alle sue spalle. Il duomo è una delle prime cose che si notano a Salisburgo; come anche la fortezza, il duomo fa parte della silhouette della città di Mozart. Questo edificio ecclesiastico, uno dei più importanti di Salisburgo, dispone di 900 sedie al suo interno ed è aperto ogni giorno alle visite. Noi vi forniamo un po´ di informazioni di base per la vostra visita del duomo di Salisburgo:

La storia del duomo è strettamente legata agli imperatori assolutistici di Salisburgo: i principi-arcivescovi. Il duomo di Salisburgo fu più volte distrutto, ricostruito, ampliato e modificato. Testimonia il potere economico, politico e ecclesiastico degli arcivescovi salisburghesi e del principato di Salisburgo.

Il primo edificio risale ai tempi del vescovo Virgilio che nel 767 fece costruire una cattedrale nel centro della Juvavum romana d’un tempo. Nel 1167, quando i Conti di Plain, seguaci dell’imperatore Federico Barbarossa, misero a fuoco la città di Salisburgo, venne distrutto anche il Duomo. Dieci anni più tardi il duomo di Salisburgo fu ricostruito sotto l’arcivescovo Konrad III. von Wittelsbach. Il nuovo edificio non solo risultò ancora più bello e sontuoso, ma divenne anche il duomo romanico più imponente a nord delle Alpi, le cui dimensioni superavano persino il duomo imperiale di Speyer

duomo di Salisburgo duomo di Salisburgo 400 anni più tardi un altro incendio distrusse gran parte del duomo nel 1598. L’arcivescovo Wolf Dietrich colse l’occasione per far demolire l’edificio danneggiato e farne costruire uno nuovo in base ai suoi progetti personali. Gli abitanti di Salisburgo furono molto contrariati dall’atteggiamento privo di rispetto dell’arcivescovo, poiché la demolizione del duomo comportò anche la distruzione di sculture pregiate e lapidi di arcivescovi. Quando, però, Wolf Dietrich fece spianare anche il cimitero e buttare le ossa dei morti sulle macerie, i Salisburghesi si schierarono definitivamente contro il loro imperatore. Suo nipote e successore Markus Sittikus von Hohenems lo fece imprigionare nella fortezza Hohensalzburg, ponendo così fine ai numerosi ed ambiziosi progetti di Wolf Dietrich. L´architetto Santino Solari ricevette l’incarico per la ricostruzione del duomo di Salisburgo, che ne fece il primo edificio sacro di inizio barocco a nord delle Alpi. L´arcivescovo Paris Lodron inaugurò il duomo di Salisburgo il 25 settembre del 1628.

Nel 1944 una bomba aerea distrusse la cupola ed una parte dell’altare. Solo nel 1959 vennero compiuti i restauri ed il duomo venne nuovamente consacrato con il suo consueto aspetto magnifico.

All´interno del duomo di Salisburgo troverete alcuni oggetti preziosi: La fonte battesimale in cui venne battezzato Wolfgang Amadeus Mozart, lo stupendo organo principale, circondato da angioletti muniti di strumenti musicali ed incoronato da Rupert e Virgil. Gli arcivescovi invitarono spesso i loro ospiti nella sala dei cavalieri per assistere ai concerti. Anche il giovane Mozart suonò qui, poiché suo padre Leopold fu a quel tempo impiegato come capobanda del duomo dall´arcivescovo. Nella sua funzione di organista di corte e di primo violino Wolfgang Amadeus Mozart compose numerose ed indimenticabili opere di musica sacra per Salisburgo, presentandole anche nel duomo di Salisburgo. La buona acustica affascina fino ad oggi gli ospiti dei concerti di Salisburgo.

Il duomo di Salisburgo

A - Salzburg (Stadt Salzburg) Dom Vollgeläut (einschalten) The bell tolls at the Salzburg Dom after funeral-June 19, 2008.wmv Salzburg, Dom Salzburg Dom Cathedral Salzburg Dom Sonntagseinläuten

Scegli la lingua : Deutsch | English | Italiano | Mappa del sito | Colophon

Naviga qui: